6



Par m pdar        audio off-line Per mio padre

Qusste l la poes
ad qund ai tach
a murr m pdar
chal sr i c
snze arsponndr a incin
ai qutr ad li
dl n pas a basoure
mo al stve ml
da sucunt d
e a ciamnn al prt
e la nt prmme ai f
cal grn scarvnt col tron
vous dal m magon
e l i gve
a son gn a purtrat
ind i c dal Sgnour
a vddr i t da qu
e an i pi gnnt da fr
e men t ble in vtte
al ss snt chal ds al tnp
firmat, e a m insugn
m pdar chal gnve in s
dal dou torr vrs palz
e l m dtt andggne?
m l savve chl re
mrt da pc nc sai re
dr a durmr e a i o dtt ad no
col magon parch l re l
e parch ai o pre,
a snt al Sgnour
chl um cime e l ds
cha n ps bra str acs
sa vi dvintr cunpgne l;
e qund m pdar
dopp al m no
l and d lng nc un pc
e al s pril
e l turn indr
stramz ala znt
snze drum gnnt
a son avanz l
cunpgne un patalcc
cha i son avanz ml
d aviri dtt ad no. 

                                


                                                                                                 
Questa la poesia
di quando cominci
a morire mio padre
che chiuse gli occhi
senza rispondere a nessuno
il quattro luglio
dellanno scorso nel tardo pomeriggio
ma stava male
da alcuni giorni
e chiamammo il prete
e la notte prima ci fu
quel gran temporale col tuono
voce del mio dolore
e gli diceva

sono venuto a portarti
negli occhi del Signore
a vedere i tuoi cari da qui

e non c pi niente da fare
e amen sei gi alla soglia
delluscio santo che dice al tempo
fermati, e ho sognato
mio padre che saliva
dalle due torri verso piazza
e mi ha detto andiamo?
io lo sapevo che era
morto da poco anche se ero
addormentato e gli ho detto di no
con dolore perch era lui
e perch ho paura,
sento il Signore
che mi chiama e dice
che non posso rimanere cos
se voglio diventare come lui;

e quando mio padre
dopo il mio no
andato avanti ancora un po
e si girato
e poi tornato indietro
in mezzo alla gente
senza dirmi niente
sono rimasto l
come un patalucco
perch ci sono rimasto male
davergli detto di no.